Curiosità: chi produce le autofunebri e come funziona la produzione?

Le autofunebri, definite anche carri funebri, sono dei veicoli specifici per il trasporto dei defunti, dei mezzi fondamentali per fare in modo che il toccante momento dell’ultimo saluto possa essere vissuto in modo impeccabile e dignitoso.

Le autofunebri: fondamentali per l’attività delle agenzie funebri

Le autofunebri sono dunque il mezzo di riferimento per effettuare qualsiasi tipo di trasporto della salma, non è raro peraltro che questi veicoli vengano utilizzati per compiere viaggi piuttosto lunghi, allo stesso tempo il ruolo di queste speciali auto è cruciale nella celebrazione del funerale: il carro funebre accompagna il feretro in chiesa affinché venga eseguito il rituale, dopodiché la salma viene trasportata in cimitero per procedere alla sepoltura.

In Italia, così come in qualsiasi altra nazione del mondo occidentale, si utilizzano quotidianamente tantissime autofunebri: questi veicoli sono fondamentali per le attività delle agenzie funebri, e ognuna di esse ne possiede almeno uno per poter rispondere efficacemente alle richieste dei propri clienti.

Chi produce le autofunebri

Probabilmente in molti si chiedono come vengono prodotti questi veicoli, i quali sono spesso molto eleganti, maestosi e lussuosi. I carri funebri peraltro appartengono alle case automobilistiche più blasonate, da Mercedes a Maserati, da BMW a Lancia, di conseguenza è comprensibile avere della curiosità nel comprendere in che modo vengono prodotte queste particolari vetture.

Al contrario di quanto si potrebbe credere questi mezzi non sono realizzati direttamente da queste case produttrici, o meglio essi sono prodotti sulla “base” di un veicolo di marca (Mercedes, Maserati ecc.), ma sono creati e perfezionati da aziende specializzate in interventi di questo tipo.

Nessuna casa produttrice realizza delle autofunebri nelle proprie catene di montaggio, di conseguenza per le imprese del settore l’unico e solo modo di poter acquistare questi mezzi è quello di rivolgersi ad aziende che hanno questo genere di competenze.

Le aziende specializzate in autotrasformazioni

Le aziende che possono dunque eseguire dei lavori specifici tramite i quali una normale vettura può divenire un’autofunebre sono le imprese specializzate in autotrasformazioni, e possono quindi modificare in modo importante le peculiarità di un singolo veicolo pur rispettandone l’aspetto originario.

Il risultato finale che queste aziende sanno offrire è davvero sorprendente: il veicolo è tecnicamente perfetto per essere adoperato per il trasporto delle salme, allo stesso tempo fa sfoggio di un’estetica molto elegante e raffinata e soprattutto conserva il logo della casa produttrice.

Come viene eseguita l’autotrasformazione

La “trasformazione” del veicolo può verificarsi in tanti diversi modi dal punto di vista tecnico, molto dipende infatti dal risultato estetico che si vuole ottenere, dal tipo di auto su cui si esegue la lavorazione, dalle caratteristiche funzionali che si desiderano realizzare. Sicuramente per trasformare un’auto tradizionale in un’autofunebre è necessario tagliare la carrozzeria, ovviamente non prima di aver momentaneamente asportato il quadro elettrico ed i condotti del carburante.

Nella grande maggioranza dei casi la vettura viene allungata, e quando si ricongiungono le sue parti devono essere impiegate delle prolunghe rinforzate, fondamentali per fare in modo che il veicolo si mantenga perfettamente stabile ed affidabile.

Necessita sicuramente di una particolare attenzione la progettazione e la realizzazione della parte posteriore, quella destinata ad ospitare il feretro durante il trasporto: nella grande maggioranza dei casi vengono realizzate delle vetrate, in modo che la bara sia visibile dall’esterno anche quando il carro funebre è chiuso, vengono realizzate delle soluzioni di illuminazione ad hoc, inoltre non sono affatto rare delle specifiche automazioni, come ad esempio quelle dedicate all’apertura dello sportello, oppure alla movimentazione del piano su cui viene posata la bara.

Le imprese funebri che desiderano acquistare delle autofunebri per il loro parco mezzi non possono dunque rivolgersi a una semplice concessionaria, al contrario devono far riferimento ad un’aziende specializzata in autotrasformazione. Tali aziende possono avere già a disposizione delle autofunebri realizzate e perfezionate presso le proprie officine, in alternativa possono eseguire nuove lavorazioni e sono dunque disponibili a fornire dei preventivi.

Curiosità: chi produce le autofunebri e come funziona la produzione?

Bioness ha presentato la nuova Garcinia

Bioness ha scelto di presentare al pubblico la sua nuova evoluzione di Garcinia Cambogia. Scopriamo insieme come funziona e quali sono i suoi punti di forza e debolezza.

maxresdefault

Ma la Bioness Garcinia come funziona? Il suo obiettivo è quello di far dimagrire con grande velocità tramite un integratore alimentare ricco di proprietà interessanti. Può essere assimilata tramite l’assunzione di apposite capsule e può essere inserita in diverse diete. Essa favorisce la digestione e fa in modo che il metabolismo tenda ad accelerarsi. Eppure, un integratore del genere da solo non basta e bisogna abbinarlo ad uno stile di vita sano ed equilibrato.

Un’alimentazione corretta è fondamentale per fare in modo che la Garcinia di Bioness agisca al meglio. È necessario limitare ai minimi termini gli zuccheri fini e i grassi. Molto meglio affidarsi alle carni magre e il pesce, così come la frutta e la verdura sono due tipi di cibi molto interessanti. Al tempo stesso, non vanno bene neanche gli alimenti caratterizzati da un’elevata concentrazione di fibre, soprattutto in un orario molto vicino rispetto a quello dell’assunzione della Garcinia.

Fatte queste considerazioni iniziali, entriamo nei particolari e scopriamo come va assunta la Garcinia Cambogia di ultima generazione. Originario della lontana Indonesia, questo frutto tropicale ha un aspetto molto simile a quello di una zucca. Al suo interno presenta l’acido idrossicitrico, capace di consentire un’ottima perdita di peso e di favorire l’ossidazione dei grassi. Una sostanza davvero importante per il nostro organismo, in grado di depurarlo dalle tossine.

Come viene eseguita l’assunzione della Garcinia realizzata da Bioness? Prima di tutto, bisogna saper dosarla nella maniera migliore. È preferibile mantenersi sempre sotto i 2000 mg al giorno al fine di evitare qualsiasi tipo di rischio. Una capsula va ingerita circa mezz’ora prima di ognuno dei pasti principali, con una tolleranza massima pari ad un’ora e per tre volte al giorno. Ma la Garcinia può essere presa anche sotto forma di liquido, con una dose di una o due gocce prima di ciascun pasto principale.

In tutti i casi, bisogna prestare la massima attenzione e verificare l’effettiva funzionalità di questo prodotto. Si tratta comunque di un medicinale, seppur alternativo rispetto a quelli canonici, e quindi va dosato con tanta cura senza esagerare. Inoltre, è necessario evitare una perdita di peso troppo repentina, in quanto potrebbe fare male al nostro corpo. In generale, l’assunzione non dovrebbe mai andare oltre le dodici settimane complessive. In caso contrario, si è maggiormente soggetti a nausea e forte mal di testa.

Bioness ha presentato la nuova Garcinia

L’amicizia oltre le parole

amicizia senza paroleCosa ci fa star meglio di una serata tra amici, o ancor più semplicemente poter scambiare quattro chiacchiere con l’amico o l’amica del cuore.

L’amicizia lo sappiamo è un sentimento importante nella vita di ogni persona, e spesso lo manifestiamo  LETTERALMENTE  attraverso le tante frasi belle che parlano d’amicizia. Ma ci sono altri modi per esprimere il sentimento d’amicizia oltre le parole ?

Ad esempio, l’impatto visivo delle immagini nella società moderna è molto forte, grazie anche ai social che permettono una rapida diffusione di foto, video, messaggi, ecc.

Proprio i social network stanno diventando un mezzo per veicolare tante frasi e foto dedicate all’amicizia, che riempiono quotidianamente le nostre bacheche di Facebook o le nostre chat di Whatsapp. Un’immagine molto simpatica è quella che ritrae cani e gatti in atteggiamenti intimi e molto dolci, sottolineando il fatto che l’amicizia è un sentimento che supera ogni barriera ed ogni differenza di età, di sesso, di razza, di religione.

Gli animali in generale trasmettono un grande senso di tenerezza e di simpatia, proprio per questo motivo vengono spesso usati per simboleggiare il concetto dell’amicizia in modo puro e sincero.

Altra immagine simbolica molto forte che rappresenta l’amicizia è un nodo stretto e saldo legato ad uno steccato di legno. Se il nodo è molto forte, né pioggia, né vento, né grandine, né tempeste, né uragani potranno mai scalfirlo. Allo stesso modo se il sentimento è vero, niente e nessuno riuscirà mai ad intaccare quel nodo che rappresenta l’amicizia. É un’immagine molto bella, esplicativa e significativa, poiché l’amicizia vera sopravvive anche a distanza di chilometri e dopo tanti anni, resistendo sia alla lontananza che al tempo, proprio come un nodo saldo che nessuno potrà mai sciogliere.

Come le immagini anche i video stanno rivestendo una notevole importanza per veicolare messaggi tramite i media. Un video molto bello che gira ormai da diverso tempo nelle nostre tv è quello realizzato dall’Uefa, dove i più importanti calciatori gridano all’unisono “No al razzismo” nelle rispettive lingue, utilizzando idealmente un unico linguaggio, quello della tolleranza e del rispetto. In realtà il fine principale di questo video è la lotta al razzismo, ma contemporaneamente è anche un bellissimo spot per l’amicizia che non ha alcun tipo di barriera, né etnica, né linguistica, né religiosa, né culturale, ecc.

Un altro bellissimo video che impazzava su Youtube fino a poco tempo fa era quello postato dallo youtuber Lloyd Kramer, che vede protagonisti un cane ed un delfino. Il simpatico quadrupede cade da una barca in movimento in mare, e con estrema fatica riesce a tenersi a galla nuotando. Nel frattempo si avvicina minaccioso uno squalo, che vedendo il cane in difficoltà già pregusta una facile preda. Un delfino nei paraggi assiste alla scena, e con grande coraggio si scaglia contro lo squalo facendolo fuggire. Il cane, ormai allo stremo delle forze, viene preso in groppa dal delfino che lo porta in salvo fino alla barca. Una bellissima storia che si conclude con questa frase: “Se loro possono essere amici, anche noi possiamo esserlo”. Questo emozionante video vuole sottolineare che l’amicizia è possibile tra tutti, basta avere un cuore puro e tenero.

L’amicizia è un sentimento più unico che raro, un vero tesoro da custodire gelosamente in fondo al cuore. L’amico è colui che ti aiuta senza mai pretendere nulla in cambio, neanche un grazie; è colui pronto ad ascoltarti anche se non vi vedete da tempo; è colui che c’è sempre nel momento di difficoltà; è colui che non ti giudica, ma ti consiglia nel modo giusto. Proprio come un gioiello, un amico è per sempre!

L’amicizia oltre le parole

Auto usata, chi ti aiuta ad avere la garanzia su quello che compri

garanzia autoIn questi ultimi anni la crisi ha ridotto notevolmente il budget di spesa delle famiglie. Ma questo è solo uno dei motivi per cui il mercato delle auto usate è letteralmente esploso. Oggi si possono trovare ottime auto, anche tra gli ultimi modelli, a prezzi convenienti, e il merito è anche delle nuove tecnologie che consentono di comunicare in tutto il mondo anche in tempo reale. L’auto usata è quindi la soluzione perfetta per chi non vuole spendere per l’acquisto di un’auto nuova.

Attenti alle truffe

Il fatto che oggi si possa cercare l’auto usata anche sul web è una cosa molto utile, ma al contempo ha dato il via a un enorme incremento delle truffe. Sono tanti ormai i casi riportati non solo sui giornali, ma anche in televisione, che raccontano di come vere e proprie organizzazioni criminali organizzano truffe ai danni degli ignari automobilisti. Una delle più famose è quella dei chilometri scalati, conosciuta anche come la truffa delle schilometrate. In pratica, alle auto usate, vengono sottratti, per mezzo di moderni software, i km dal contachilometri, in modo da sembrare più recenti ed essere vendute a un prezzo maggiore.

pomello cambioCome si può fare per evitare queste truffe? ebbene, è molto difficile accorgersene se non si utilizza un software adatto a verificare la regolarità del contachilometri. Certo, a colpo d’occhio ci si può rendere conto di alcuni segnali, come per esempio il pomello del cambio se è usurato, e lo stesso vale per i pedali dei comandi. Inoltre si dovrebbero sempre guardare con attenzione gli interni e gli accessori dell’auto e fare un accurato controllo dei tagliandi.

E per quanto riguarda la garanzia delle auto vendute da privati?

E qui si entra in un discorso spinoso poiché se si compra l’auto da un privato non si ha diritto ad alcuna garanzia. Allora vediamo come funziona. Se si acquista l’auto usata presso un rivenditore dell’usato, ci si può avvalere di una garanzia che va da un minimo di un anno a un massimo di due. Se però si acquista l’auto da un privato le cose cambiano sensibilmente. Il privato non può dare una garanzia sull’auto, non solo, è molto probabile che per venderla utilizzi la formula del “visto e piaciuto”, il che significa che dimostrare che l’auto non è conforme alle proprie aspettative diventerà quanto mai complicato e ci si dovrà appellare all’aiuto di un legale.

I servizi che consentono di acquistare un’auto usata con tranquillità

Nonostante il mercato dell’usato nasconda parecchie insidie, è quello più indicato se si vuole acquistare un’auto senza spendere una follia. Ci sono fortunatamente diversi servizi che consentono di acquistare un’auto usata con tutta serenità perché controllano che tutto sia in regola, non solo, alcuni di questi consentono anche di avere una garanzia auto tra privati di almeno un anno, cosa che ritorna sempre molto utile. Basta quindi portare l’auto a fare una certificazione (viene sottoposta a numerosi test che ne accertano il reale stato) per avere la certezza di quello che si sta comprando.

Non solo, con la garanzia convenzionale si può tornare a casa definitivamente tranquilli, con un acquisto sicuro e conveniente.

Auto usata, chi ti aiuta ad avere la garanzia su quello che compri

come fare per dimagrire in un mese

Le possibilità di dimagrire in un mese sono reali a patto che si rispetti un programma prestabilito.

Non esistono particolari segreti da svelare sul come fare per dimagrire in un mese. Oltre alla necessaria buona volontà, occorre avere un programma realististico ed equilibrato di dieta. I maggiori esperti in campo nutrizionale hanno stabilito che è sano perdere tra i 4 ed i 6 kg al mese, circa1/1,5 kg a settimana. Superando questi parametri, una volta terminata la dieta, si rischia di riprendere più peso e molto più velocemente. Quindi la scelta migliore è quella di mangiare 5 volte al giorno per non arrivare ai pasti principali troppo affamati. Seguire una dieta equilibrata per dimagrire in un mese potrebbe non bastare, quindi bisogna associargli anche un buon programma di fitness. Un consiglio: scegliere uno sport divertente, aiuta a sentire meno la fatica.

Dieta: regole generali

 

La prima raccomandazione da seguire è quella di non saltare mai i pasti. Anzi, bisogna abituare il corpo a mangiare più frequentemente, ma in quantità ridotte. Poi si devono evitare tutti i cibi-spazzatura, le bibite gassate, tutti gli alcolici e, almeno in una prima fase, i dolci. Molto importante è bere tanta acqua perché aiuta l’organismo ad eliminare le tossine perciò, una buona abitudine, è quella di berne almeno 2 litri al giorno. Per concludere, prima e durante la dieta è necessario pesarsi, meglio ancora prendere le misure corporee di: cosce, fianchi, vita, spalle e busto. In questo modo si può tenere traccia dei progressi fatti.

Cosa mangiare

Via libera a frutta e verdure meglio se di stagione, pesce di tutti i tipi, carni bianche, cereali integrali e legumi. Consumare con moderazione pasta, riso, pane e farlo solo nella prima parte della giornata. Non esagerare nemmeno con formaggi, uova e carni rosse.

La giornata alimentare

Come già detto, per dimagrire in un mese occorre consumare 5 pasti distribuiti nell’arco della giornata. Vediamo come potrebbero essere distribuiti: colazione abbondante a base di cereali, yougurt o spremuta, poi uno spuntino a metà mattina con due grandi frutti. Il pranzo prevede carboidrati (pasta o riso) con verdure. A metà pomeriggio, una merenda con yougurt o cracker integrale. La cena deve essere il pasto più leggero, quindi sono consigliati carne bianca o pesce, con verdure.

Attività fisica

Per aggiungere l’obiettivo di dimagrire in un mese, scegliere la giusta attività fisica è molto importante. Almeno all’inizio è consigliato praticare la corsa perché è uno degli allenamenti che fa bruciare più calorie. Vanno bene anche nuoto e bicicletta, ma la cosa fondamentale è dedicarsi a questi sport 4 o 5 volte alla settimana, dai 30 ai 45 minuti.

come fare per dimagrire in un mese

come fare traffico sul proprio sito web

L’argomento traffico sul web è uno dei più gettonati negli ultimi anni, ma è talmente vasto che a volte ci si perde solo a pensare a quali siano le fonti di traffico da utilizzare.

Un tempo portare traffico sul proprio sito web era un’operazione semplice e lineare, bastava inserire contenuti e fare qualche scambio link con siti del settore. oggi tutto questo non è affatto possibile, infatti Google con il suo complesso ed aggiornatissimo algoritmo ha cercato in tutti i modi di difendersi dai siti che giornalmente tentano di essere visibili sul suo motore di ricerca con contenuti scarsi o a volte totalemte forvianti.

Alla luce di quanto scritto si potrebbe pensare che basta scrivere ottimi contenuti per ottenere quella visibilità che tutti bramano, ma anche questa è una chimera.

Ma qual è la ricetta giusta per avere traffico? e sopratutto come si fa ad avere traffico in target?

Già questa è un’altra parte del processo di acquisizione traffico, ovvero quello fatto da tecniche ad hoc per portare sul sito solo gente interessata ai tuoi prodotti o ai tuoi articoli altrimenti il traffico si ridurrebbe in un’ondata di gente di passaggio che nel giro di qualche centesimo di secondo chiude la tua pagina.

Ad oggi le principali fonti di traffico sono

  • La pubblicità
  • I social
  • La ricerca organica

Ognuno di questi punti nasconde in se un universo di roba da studiare e da sapere. Tutto molto affascinante e motivante ma quando non ottieni i risultati sperati a fronte di uno studio fatto di notti insonni e caffè, c’è da impazzire.

Fra questi 3 canali che abbiamo individuato, ci sono delle differenze sostanziali.

Il primo, ovvero la pubblicità a pagamento è una sorta di rubinetto aperto dove ogni giorno spendi soldi per portare clienti sul tuo sito con l’intento di generare un cospicuo margine. L’esempio più classico è:
spendi 500 euro al giorni di pubblicità e vendi 4mila euro di prodotti dove il tuo margine di vendita è mille euro meno la spesa in pubblicità sostenuta, il tuo guadagno complessivo è di 500 euro.

Non ti nascondo che moltissimi professionisti stanno ore ed ore sul web per cercare di trovare la chiave giusta ed ottenere così questo tipo di risultato.

il secondo canale invece riguarda i Social, dove puoi portare traffico o tramite le inserzioni a pagamento oppure tramite il traffico organico che riesci a generare.

L’esempio più classico e la gestione di una pagina Facebook dove al suo interno cerchi di inserire dei post capaci di portare traffico al tuo sito.

l’ultimo canale preso in esame è quello della ricerca organica ovvero il traffico ricevuto in maniera naturale dai motori di ricerca e quindi da Google.

Per ottenere traffico da Google come dicevo prima, devi far fronte alle innumerevoli regole che impone l’algoritmo di Google e che solo gli specialisti del settore conoscono fino in fondo.

Certo forse la cosa migliore sarebbe farsi fare una consulenza SEO ad hoc per non perdere tempo e da li iniziare a lavorare a modo, oppure puoi fare da te e quindi inoltrarti verso l’analisi del codice, l’attivazione della google search console e di analytics, lo studio dei dati, l’attività di link building, l’attività di popularity e authority, il posizionamento per pagina e per categoria, la velocità e l’ottimizzazione generale lato server e un altro milione di cose.

Il mio consigli è sempre quell odi far fare il lavoro sporco a chi sa dove mettere le mani, perché ha notevoli vantaggi.

  1. non vai alla cieca
  2. metti a segno azioni mirate
  3. fai il lavoro per step
  4. puoi programmare la spesa e gli introiti
  5. puoi accedere ai contatti che solo gli esperti hanno
  6. puoi capire la concorrenza

Questi sono solo 6 vantaggi ma sono sicuro che anche a te ne stanno venendo in mente altri ma sono molto curioso di sapere cosa ne pensi e cosa faresti al posto di chi vuole fare traffico con il suo sito web.

come fare traffico sul proprio sito web

Hard disk danneggiato: ho perso tutto?

recupero dati hard disk esterno dannegiato

L’hard disk, o disco rigido, è un dispositivo composto da dischi magnetizzati utili alla memorizzazione dei dati più preziosi del pc, quindi programmi, file, eccetera.

Rappresenta una parte molto delicata del computer e la sua compromissione può portare alla perdita irrimediabile di importanti dati qui conservati.

Trattandosi comunque di una parte fisica e meccanica è inevitabile che con il tempo possano sopraggiungere le problematiche.

 

Come accorgersi se un hard disk è danneggiato

 

Se si nota che da un giorno all’altro si manifestano rumori che normalmente non fanno parte del consueto funzionamento del pc, come qualcosa che si sta rigando o se viene prodotto una sorta di stridio, bisognerebbe porsi qualche domanda.

Lo stesso vale se all’improvviso alcuni documenti non possono più essere visualizzati, se i tempi di salvataggio si allungano in maniera anomala rispetto al tipo di file che stiamo cercando di memorizzare o se i tempi di esecuzione dei programmi diventa particolarmente lenta.

Visualizzare schermate blu mentre si sta avviando il pc o doverlo riavviare più volte perché il sistema va in blocco, possono essere ulteriori spie di un disco rigido che necessita di manutenzione.

 

Da cosa può dipendere un guasto all’hard disk

 

Tra i danni più comuni che possono verificarsi in un hard disk vi è quello che vede il deterioramento delle parti meccaniche del disco rigido a causa di un uso costante e prolungato, per un surriscaldamento del dispositivo o se vi è un danneggiamento delle testine che urtando tra loro possono comportare un crash.

In questo caso il danno è particolarmente grave e può causare una consistente perdita di dati.

Quando ci si accorge di un malfunzionamento dell’hard disk è importante intervenire rapidamente affinché si possano limitare le perdite.

 

Hard disk danneggiato: come recuperare i dati

 

Fortunatamente ci sono alcuni strumenti che è possibile sfruttare qualora si riscontri un danneggiamento del disco rigido permettendo così un recupero dei dati.

In rete infatti vi sono dei software che in alcuni casi possono fungere da rimedio da pronto soccorso: si tratta di programmi, scaricabili gratuitamente, che consentono di trovare e riabilitare i file.

Chi usa Windows o macOS può avvalersi di DataRescue DD: il sistema sfrutta un’interfaccia grafica su cui vengono riprodotti i file che successivamente vengono salvati su una memoria diversa da quella danneggiata.

Per concludere l’operazione si rende necessario scaricare un altro software, come PhotoRec, affinché i file possano essere ripristinati definitivamente.

In alternativa, in casi di portata maggiore e/o dove è necessario recuperare tutti i dati presenti nell’hard disk, è possibile rivolersi a tecnici specializzati nel recupero dati, alle quali basterà solamente inviare il proprio hard disk, ed attendere qualche giorno per ricevere tutti i dati che erano presenti nell’hard disk danneggiato.

Un utile consiglio è comunque la prevenzione: effettuare dei backup periodici su dispositivi di massa è un buon sistema per non farci cogliere impreparati qualora l’hard disk ci lasci a piedi.

Hard disk danneggiato: ho perso tutto?

Copiare agli esami senza farsi scoprire

Sfrutta il micro auricolare per esami

Ogni anno, per molti studenti, si rivela essere determinante per il percorso scolastico affrontato precedentemente, e in via conclusiva una volta intrapresi gli esami di stato.

Questo passo è davvero molto importante e fonte di una notevole ansia per una grande quantità di persone.

Se alcune di queste persone decidono di intraprendere un percorso di preparazione per l’esame di stato, altre invece decidono di non impegnarsi minimamente, preferendo l’utilizzo di sistemi per copiare durante lo svolgimento delle varie prove previste.

Nonostante questi metodi siano illegali e se scoperti portino a gravi conseguenze a chi li usa, brevemente verranno fornite tutte le informazioni necessarie su come copiare senza farsi sgamare.

 

Utilizzare i classici bigliettini

 

Uno dei primi metodi che può essere utilizzato è sicuramente quello dei classici bigliettini di carta opportunamente nascosti.

Naturalmente la tecnica in questione richiede un notevole sangue freddo per essere utilizzata dal momento che per visionare il bigliettino stesso è necessario trovare il momento giusto.

Da citare anche il fatto che all’interno del foglietto di carta con tutto ciò che può aiutare a svolgere la prova in maniera ottimale non può essere inserita una grande quantità di informazioni, per questo motivo va selezionato solo ciò che risulta essere davvero importante.

 

Chiedere aiuto al vicino di banco

 

Anche se durante l’esame di stato i banchi saranno opportunamente separati e distanziati, in alcuni momenti della prova (come durante l’eventuale assenza del professore) è possibile chiedere dei piccoli aiuti alle persone più vicine in modo da sostenersi a vicenda.

Naturalmente si ha un buon aiuto solamente nel caso si abbia nelle vicinanze una persona che si sia dedicata effettivamente allo studio delle materie che vengono richieste durante le prove dell’esame di maturità.

 

Utilizzo degli auricolari spia

 

Un altro metodo che sta prendendo piede negli ultimi anni è sicuramente l’utilizzo dello smartphone abbinato a degli auricolari invisibili per esami, sia quelli normali che quelli spia (di piccole dimensioni e wireless, che consentono di indossarli senza essere notati facilmente).

A questo punto lo studente che sceglie di copiare durante l’esame di stato potrà scegliere se stabilire una comunicazione con una persona amica all’esterno della scuola e possibilmente collegata ad internet.

In questo modo si potrà procedere alla ricerca di tutto il materiale necessario per portare a compimento la prova senza problemi.

Naturalmente è anche da chiarire il fatto che l’utilizzo di auricolari e smartphone potrebbe essere perfino vietato tanto da portare i professori al sequestro temporaneo dei cellulari fino alla conclusione della prova stessa da parte del candidato.

Quindi si evince facilmente come sia necessario essere preparati ad utilizzare altre soluzioni.

 

Utilizzo dei Bignami

 

Infine è sicuramente da citare la consultazione di piccoli manuali denominati Bignami.

Questo particolare libretto risulta essere davvero prezioso per molti studenti dal momento che contiene al suo interno tanti riassunti di argomenti inerenti ad una materia specifica.

Naturalmente è opportuno utilizzare questo strumento nei momenti opportuni se non si vuole essere espulsi dall’esame di stato.

Copiare agli esami senza farsi scoprire

Le migliori Mature al telefono

Libera le tue voglie e parla con donne mature telefono, conoscerai nuovi modi per eccitarti e godere. Donne amanti del sesso e disposte a soddisfare ogni tuo desiderio. Vola oltre la tua immaginazione al telefono con donne eleganti ed esperte che sanno essere porche o raffinate e pronte ad esaudire ogni tuo desiderio.

Rilassati e parla al telefono senza inibizioni e freni troverai la tua compagna ideale, la tua complice o la tua schiava. Donne mature al telefono hard che sanno toccare i punti esatti del tuo eros e far vivere a pieno tutte le tue immaginazioni lasciandoti solo spazio al piacere puro, senza freni ed appagante.

Parla o ascolta e lasciati trascinare in un gioco erotico senza inibizioni che ti porterà a godere come mai prima. Parla con loro e falle godere o divertiti a stuzzicarle comandando tu il tuo gioco erotico. Siediti in poltrona chiudi gli occhi e ascolta la voce suadente delle calde donne mature che ti avvolgerà in un turbinio di calde parole che scateneranno il tuo eros e la tua voglia sessuale. Lasciati trascinare e decidi di essere preda o predatore.

Qui troverai mature la telefono solo per te che ti faranno conoscere il loro corpo e ti accompagneranno in un viaggio erotico e di piacere che difficilmente dimenticherai. Cogli l’attimo e scatenati in discussioni piccanti e senza limiti lasciati toccare e accarezzare nei punti più proibiti e scatenati in orgasmi senza freni. Sono le donne che avresti voluto sempre conoscere in metropolitana o al lavoro, pronte a realizzare i tuoi sogni più perversi e ad accontentare ogni tua singola richiesta.

Le donne mature al telefono sanno essere sexy ed hanno l’esperienza necessaria per farti impazzire dal piacere. Prova anche a creare storie chiedi le loro fantasie più bizzarre o coinvolgile in storie e avventure sfrenate. Divertiti e abbandona i pregiudizi e fatti accarezzare dal piacere.

Le migliori Mature al telefono

Il miglior telefono erotico del web

Il miglior telefono erotico del web è quello che ti permette di soddisfare tutte le tue voglie e di assecondare tutte le tue fantasie grazie a voci sensuali e invitanti. La masturbazione al telefono è così piacevole perché deriva dal fascino dell’ignoto, dal mistero di ciò che non si conosce: all’altro capo della cornetta potrebbero esserci una splendida quarantenne o una ventenne birichina, una biondina con gli occhi azzurri o una moretta con la carnagione scura, un’insegnante severa e rigorosa o una casalinga vogliosa, una dirigente di azienda desiderosa di evadere dalla routine del lavoro o una ragazzina senza troppi pensieri.

Se hai voglia di goderti la masturbazione al telefono nel migliore dei modi, i numeri hot sono quel che fa al caso tuo, specialmente se sono a basso costo, perché ti permettono di sfogarti e di lasciar libero spazio a ogni tuo istinto in qualsiasi momento tu sia immerso nel vortice del desiderio. Al mattino come alla sera, di domenica come in un giorno feriale, è sempre l’istante giusto per soddisfare il tuo corpo e per far galoppare la tua immaginazione: lasciati conquistare dai sospiri e dalle parole ansimanti delle ragazze che ti stanno aspettando.

Grazie al miglior telefono erotico del web, hai l’opportunità di conoscere tante donne che non vedono l’ora di parlare con te e di avviare una conversazione basata su provocazioni maliziose, su allusioni pruriginose, su domande misteriose, su quesiti birichini, e così via. Mettiti comodo, in casa, nell’ambiente che ti fa sentire più a tuo agio, nella tua camera da letto o in bagno: sia che chiami da rete fissa sia che chiami con un telefono cellulare puoi parlare per tutto il tempo che vuoi facendo sì che ogni voglia possa essere liberata. Di’ addio ai tuoi tabù e metti da parte ogni limite, perché qui non servono.

Il miglior telefono erotico del web