Come ottenere un piccolo prestito online

PICCOLI PRESTITI ONLINE, COSA SONO?

Nel caso ci si trovasse a dover fronteggiare delle piccole spese ma comunque, al di fuori della propria portata, non tutti sanno che è possibile ottenere dei prestiti di cifre di denaro molto ridotte con modalità diverse dai classici prestiti.

Si parla di piccoli prestiti, in particolar modo di piccoli prestiti online?
Ma cosa s’intende per piccoli prestiti?

I piccoli prestiti non sono altro che finanziamenti che varie banche forniscono ai richiedenti con valori molto bassi, a partire da circa 2 mila euro per intendersi.

Vari sono i pregi di queste tipologie di finanziamento:

  1.  la velocità di accredito;
  2.  la disposizione delle banche;
  3.  garanzie di reddito e tassi d’interesse.

VELOCITÀ DI ACCREDITO

La velocità di accredito, nei canonici prestiti, è sempre stata un problema.
Un problema che con i piccoli prestiti non sussiste poiché, trattandosi di cifre molto ridotte, le banche solitamente non vanno incontro a difficoltà nell’erogare il denaro a chi ha fatto richiesta…

LA DISPOSIZIONE DELLE BANCHE

…richiesta che viene quasi sempre accettata dalle stesse.
Sì perché, essendo la cifra richiesta dal cliente verso la banca bassa, questa solitamente oltre a non riscontrare problemi nell’erogazione della cifra non si pone neanche tanti problemi nel concedere il prestito a chi lo richiede.

Problemi che invece vanno a crearsi quando la somma è più importante e le garanzie di reddito non riescono a far fronte alla richiesta del cliente.

GARANZIE DI REDDITO E TASSI D’INTERESSE

Nel caso dei piccoli prestiti, invece, le garanzie di reddito possono addirittura non essere consegnate.
Durante la compilazione della richiesta di prestito (che sia essa tramite form online o cartaceo in filiale), infatti, queste possono essere tranquillamente omesse.

Ovviamente, l’omissione delle garanzie di reddito porta degli svantaggi.
Una banca che riceve una garanzia, anche trattandosi di un piccolo prestito, avrà comunque più fiducia e sicurezza nel completamento del pagamento da parte del richiedente entro i tempi stabiliti.

Conseguentemente, con una maggiore sicurezza dalla propria parte la banca potrà proporre il prestito ad un tasso d’interesse molto agevolato e con, solitamente, l’assenza di eventuali spese di gestione.

IL TARGET

Il target verso cui questa tipologia di prestito è indirizzata è solitamente un target giovane, spesso studentesco o lavorativo alle prime armi, con una busta paga ancora bassa.

Tali prestiti si rivelano spesso molto utili per i clienti di fascia d’età bassa, che vogliono o devono affrontare una spesa non esagerata ma comunque al di sopra delle loro possibilità del momento, come ad esempio un viaggio lavorativo o meno, l’acquisto di un’auto o il pagamento di tasse studentesche e così via.

A questo target vengono quindi incontro due dei pregi elencati precedentemente, ovvero la velocità di erogazione e la disponibilità delle banche.

La prima offre al giovane richiedente una liquidità di denaro in modo veloce, così da poter affrontare le spese ma magari a quell’età sono improvvise ed impulsive;
la seconda, invece, permette al cliente di non dover possedere chissà quali garanzie per poter ottenere il prestito, anzi, spesso non è neanche necessario offrire garanzie, a fronte però di tassi d’interesse maggiori.

RICHIESTA ONLINE

La richiesta di un prestito online è presente in quasi tutte le banche che trattano questo tipo di finanziamento, solitamente in una sezione dedicata del proprio sito internet, dove poter compilare un form adatto e fare direttamente la richiesta.

Per informazioni più dettagliate riguardante questo argomento, vi consigliamo di visitare il sito internet ”ipiccoliprestiti.com”, un sito dedicato esclusivamente a questo metodo di finanziamento dove potrete trovare, oltre a dettali e news al riguardo, anche una serie di proposte e di offerte con le varie banche operanti nel settore.

Come ottenere un piccolo prestito online

Google Maps, novità in vista

Google Maps, lavori in corso. Gli ultimi aggiornamenti della versione Beta, infatti, solo in apparenza non portano alcuna novità sensibile alla precedente ma in realtà preparano la strada a profonde rivoluzioni della app targata Google.

Cosa aspettarsi

A cosa stanno lavorando gli sviluppatori e come cambierà Google Maps? Le novità sono particolarmente interessanti, al di là di quello che può lasciare presupporre la versione 9.72 da poco rilasciata in tutti i Play Store di Google. Nelle release successive, infatti, è possibile trovare informazioni molto più dettagliate di quelle attuate su trasporti pubblici e presenza di cantieri sulle strade.

I trasporti, cosa sapere

In particolare, Google Maps non si limiterà più a segnalare solo i tempi di percorrenza con un autobus o una metro necessari per arrivare da una parte all’altra della città. Il servizio legato al trasporto pubblico, infatti, sarà implementato fino a permettere all’utente di conoscere a priori il livello di affollamento di autobus e metropolitane. Sarà possibile sapere, con estrema precisione, se l’autobus o la metro che sta per passare presenta posti a sedere liberi, se ci sono solo posti in piedi, se il livello di affollamento è particolarmente elevato. Un’utilità importante soprattutto per quei viaggiatori che si trovano in situazioni particolarmente delicate, non solo anziani ma anche donne in gravidanza o con bambini piccoli, disabili o anche soggetti affetti da claustrofobia. Questa funzionalità non è attivabile al momento, ma è certo che basterà un aggiornamento lato server, nei prossimi mesi, per poterne beneficiare.

Focus cantieri

Uno dei prossimi aggiornamenti permetterà anche di attivare il servizio relativo ai cantieri stradali e non solo. Un vero e proprio strumento di dialogo con la app che vede l’utente protagonista. Grazie a questa funzionalità, a breve disponibile, infatti, sarà possibile avere in tempo reale informazioni dettagliate sui cantieri stradali. Nelle città, spesso, sembrano spuntare come funghi e se i tempi di apertura il più delle volte stupiscono e sorprendono, quelli di chiusura non sono mai certi. I disagi per la circolazione, infatti, possono durare per intere settimane. Grazie alle strumentazioni più avanzate e innovative, però, come il martello per escavatore proposto dal portale Giffi Market, è possibile incidere sensibilmente sui tempi dei lavori. Un’utile informazione per le ditte chiamate a completare interventi sulle strade. Il nuovo Google Maps consentirà anche si segnalare cantieri, strade chiuse per lavori, sensi unici alternati e altri rallentamenti. Grazie alla chiarezza dell’interfaccia, è possibile indicare anche orari di apertura e chiusura dei cantieri e indicare, in tempo reale, la presenza di manifestazioni destinate a deviare il traffico per la chiusura temporanea di alcune strade.

Uber, novità in corso

La nuova vita di Google Maps Beta prevede, poi, alcune modifiche relative al rapporto con Uber. Rispetto alla versione di oggi, infatti, il collegamento tra Google e Uber sarà un po’ più complesso e sarà necessario rilasciare informazioni aggiuntive rispetto a quelle che vengono richieste oggi. Il tutto nasce, con grade probabilità, da una necessità manifestata dalla stessa Uber. Inoltre, la nuova versione della app targate Google consentirà di segnalare un diverso mezzo di trasporto rispetto a quello predefinito nelle impostazioni. In che senso? La app sarà capace di rilevare eventuali cambiamenti nelle abitudini relative agli spostamenti personali e indicare, in tempo reale, le migliorie più rapide soluzioni per raggiungere il luogo di destinazioni, dopo aver chiesto conferma all’utente delle modifiche messe in atto.

Google Maps, novità in vista

Pulizia di uffici a roma

La pulizia degli uffici spesso è il miglior biglietto da visita.

Un ufficio ordinato, pulito e profumato è, per la persona che vi entra, segno distintivo di cura e attenzione da parte dell’azienda

. Ma curare la pulizia degli uffici non è cosa facile, soprattutto se si tratta di uffici di una grande azienda o impresa.

Si pensi ad esempio ad uffici di società multinazionali dove lavorano persone per ventiquattro ore al giorno e per fare le pulizie si deve approfittare degli orari notturni o al mattino presto, quando la presenza del personale è minore. Molte aziende, imprese e società proprio per questa serie di problematiche preferiscono affidare il servizio di pulizia degli uffici ad imprese esterne, con esperienza nel settore con mezzi e personale adeguato e preparato per l’esecuzione del delicato servizio.

A Roma, nella famosa città eterna, il punto di riferimento per il servizio di pulizie è la Lily Pulizie, che mette a disposizione dei clienti la sua grande esperienza e professionalità con costi contenuti. La ditta offre il servizio di pulizia generale, lavaggio arredi, igienizzazione dei servizi igienici, pulizia vetri/vetrini e rimozione rifiuti.

La ditta nasce per volontà di un gruppo di professionisti, con molti anni di esperienza alle spalle, che in pochi anni gli anno permesso di diventare la prima ditta di pulizia della città di Roma.

La Lily Pulizie è sempre in continuo aggiornamento sui prodotti da pulizia utilizzabili e pone particolare attenzione al rispetto dell’ambiente, infatti i prodotti utilizzati per le pulizie sono a marchio Ecolabel o C.A.M. Questi prodotti sono certificati a livello nazionale ed europeo come a bassissimo impatto ambientale e a minimo rischio allergenico.

Questa particolare attenzione rivolta dall’azienda nei confronti dell’ambiente e dei clienti gli ha permesso di ottenere diverse certificazioni: Gestione Qualità, Gestione sicurezza sul lavoro e Gestione ambientale.

Particolare attenzione poi è stata rivolta anche all’operato del personale che adotta delle rigorose norme comportamentali, molto importanti soprattutto se si effettuano delle pulizie all’interno di aziende che svolgono delle attività delicate e le quali hanno necessità che il personale che entri all’interno sia strettamente qualificato e professionale.

In particolare i dipendenti sono tenuti a indossare sempre la divisa aziendale, esporre il tesserino di riconoscimento, non prendere visione dei documenti del cliente, non usare materiali del cliente, non introdurre persone estranee, non fumare, non intrattenersi con i dipendenti del cliente. Inoltre ogni dipendente è coperto da una polizza assicurativa per eventuali danni arrecati al cliente.

Questi accorgimenti fanno sicuramente la differenza nella scelta di un’impresa di pulizie. Infine la società oltre ai servizi tipici di un’impresa di pulizie propone anche i servizi di derattizzazione e disinfestazione, anche con trattamenti ecologici, per liberarsi di zanzare e pappataci, vespe e calabroni, blatte e scarafaggi, pulci, zecche, formiche e cimici nei letti.

La mission della azienda è quella di soddisfare il cliente, proponendogli servizi sempre più efficienti e rispondenti alle sue esigenze con costi molto contenuti. Ascoltando le sue indicazioni e gli eventuali suggerimenti, così potendo far raggiungere al cliente un grado di soddisfazione ottimale.

Maggiori informazioni su: https://lily-pulizie.it/

Pulizia di uffici a roma

Le migliori crociere Costa per relax e benessere

La crociera, oggi più che mai, rappresenta una delle tipologie di vacanze più gettonate, in quanto consente di visitare un’infinità di luoghi diversi in un unico periodo di riposo.

Relax e Benessere con Costa Crociere.

A chi è alla ricerca di relax e benessere, Costa Crociere è in grado di offrire le migliori opportunità per rendere ogni viaggio indimenticabile, adattandosi ai sogni e alle esigenze di ciascuno.
Grazie alla vastissima varietà di itinerari ed escursioni fra cui scegliere, infatti, Costa Crociere vi permetterà di godere a pieno della vostra vacanza grazie alla magnificenza del resort galleggiante e a tutti i servizi di cui potrete fruire una volta a bordo.
Durante la tua vacanza potrai godere della splendida cabina, dotata di aria condizionata, telefono, TV satellitare e cassaforte e servizi optional selezionabili al momento dell’acquisto, in base al pacchetto che più si desidera. Per quanto riguarda la ristorazione è possibile scegliere se mangiare al buffet oppure in modo formale al ristorante. Costa propone inoltre Snack sfiziosi e menù per tutti i tipi: da quelli vegetariani e vegani, a quelli speciali per chi soffre di intolleranze alimentari, fino a quello firmato dal pluristellato chef italiano Bruno Barieri.

Intrattenimento e Servizi compresi.

Da non dimenticare l’intrattenimento e l’animazione incluse nel prezzo che propongono diverse attività adatte ai ragazzi di tutte le età: giochi, concorsi, cacce al tesoro, tornei, feste, karaoke, serate a tema. Per i più grandi, invece, lo staff di bordo propone ogni sera spettacoli musicali, cabaret, talent show e feste a tema. Per chi, invece, adora essere coccolato e lasciarsi cullare dalle onde del mare Costa Crociere propone massaggi terapeutici, aree meditazione e tutto ciò che serve per la cura del vostro corpo, a completa disposizione nella Samsare SPA a bordo di una crociera Costa.
Tutti coloro che vogliono attenersi alla vacanza più ‘tradizionale’ possono usufruire delle meravigliose piscine e vasche idromassaggio, dei lettini e dei teli mare presenti nei Lidi.
Per concludere un’esperienza a 360 gradi sono inclusi nel pacchetto anche i diversi corsi di ginnastica a cui poter partecipare, l’utilizzo delle altre attrezzature della nave, come ad esempio la biblioteca e la sala carte.

Tanti diversi itinerari tra cui scegliere.

Con le navi Costa Crociere è possibile partire per il Mediterraneo Occidentale da diversi porti italiani e visitare le più belle città spagnole come Barcellona, Valencia, Vigo, Malaga, Tenerife, facendo scalo a Malta, in Costa Azzurra, per infine toccare le coste della Tunisia e del Marocco.
Se decidete, invece, di partire alla scoperta del Mediterraneo Orientale avrete l’occasione di visitare la Grecia con le bellissime città di Atene, Olimpia, Mikonos, Santorini e Creta, per arrivare fino alla Turchia.
Interessanti anche le crociere nel nord Europa e nei Fiordi, alla scoperta delle più belle città dell’Europa settentrionale come Stoccolma, Copenhagen, Helsinki, San Pietroburgo, Tallin e Amburgo.
Se ciò che desiderate è una crociera tropicale, non lasciatevi sfuggire il pacchetto con volo incluso, che vi permetterà di vivere una vacanza ai caraibi senza precedenti, con itinerari in partenza da Miami, Guadalupa o La Romana per quanto riguarda i Caraibi Occidentali, oppure viaggi alla scoperta dei Caraibi Orientali per visitare le Antille, Olandesi e Francesi, le Isole Vergini e Antigua.
Per i più pretenziosi Costa offre il giro del mondo in crociera, della durata di oltre 100 giorni, che permette di attraversare gli oceani e visitare oltre 40 città, per un’esperienza che non dimenticherete facilmente.

Le migliori crociere Costa per relax e benessere

Una tipica ricetta pasquale

Le principali festività legate al cristianesimo sono molte sentite in Italia, e con il tempo si sono trasformate anche in qualcosa di diverso da semplici rituali legati alla religione.

Infatti il Natale, che ricorda la nascita di Gesù Cristo, e la Pasqua, che ne ricorda la resurrezione, con il tempo hanno sviluppato delle tradizioni che oggi sono immancabili per celebrare tali feste in modo davvero completo.

Tra queste tradizioni, ovviamente, non possono mancare quelle culinarie.

Nel nostro Paese la tavola è molto importante, e il Natale o la Pasqua non vengono del tutto rispettati se non si preparano anche i piatti tipici regionali che sono stati messi a punto nel corso dei secoli.

Nessun pasto, poi, può finire senza un bel dolce: e se il dolce per eccellenza del Natale è il panettone, quello della Pasqua è la colomba.

La colomba pasquale è un soffice preparato fatto di ingredienti semplici ma ottenuto attraverso una lunga lavorazione.

Ciò che maggiormente caratterizza la colomba è la glassatura con le mandorle e la forma, che ricorda proprio quella del bianco uccello simbolo anche di pace.

La simbologia che cela questa torta lievitata è infatti fin troppo facile da comprendere: ma è davvero così? In realtà con il tempo si sono raccontate tante leggende sul modo in cui nacque la colomba, e oggi la realtà sembra perdesi nel mito.

Prevalentemente sono tre le storie che si narrano circa la nascita della ricetta della colomba. La prima risale alla lontana epoca longobarda, quando il re Alboino mise sotto assedio la città di Pavia dopo aver oltrepassato le Alpi.

I cittadini cercano di ingraziarsi il sovrano facendogli dono di soffici pani che erano stati sagomati con la forma di una colomba. Il re li trovò così squisiti che, anziché mettere a ferro e fuoco la città di Pavia, fu magnanimo e la risparmiò dal saccheggio.

La seconda versione della storia che racconta come nacque la colomba pasquale si svolge qualche anno più tardi, intorno al 610, all’epoca in cui regnava la regina Teodolinda.

La sovrana doveva ospitare al suo desco un sant’uomo, San Colombano, e credendogli di fare cosa gradita gli imbandì una tavola ricolma di cacciagione e selvaggina.

Ma era il periodo di Quaresima e San Colombano non aveva intenzione di toccare la carne.

Per non offendere comunque la regina, benedisse la tavola e, miracolosamente, le carni si tramutarono in dolci di colore bianco, come era la tunica che indossava il santo.

La terza e ultima versione racconta infine della battaglia di Legnano, quando due colombe vegliarono sulle insegne della Lega Lombarda che si batteva contro il temibile Federico Barbarossa.

In loro onore furono realizzati dei pani che avevano la sagoma di quegli uccelli. Le storie che si raccontano sono molto suggestive e chissà che non conservino un fondo di verità.

Più prosaicamente, però, si fa risalire l’origine della colomba ai primi anni del Novecento e ad un’operazione commerciale voluta dalla Motta, che escogitò così un modo per utilizzare i macchinari usati per fare i panettoni a Natale anche nel periodo pasquale.

Che si voglia credere alla leggenda o alla storia sta di fatto che la colomba è ormai affermata nell’immaginario collettivo degli italiani come il dolce pasquale per eccellenza, e gli ingredienti di cui fatto sono davvero molto elementari.

Ecco perché nessuno impedisce alle nostre cuochine di provare a farne una in casa, anziché acquistare quella confezionata! Ciò che richiede un notevole impegno è la preparazione, che è lunga in quanto richiede tre lievitazioni.

Ma se si avrà la pazienza di seguire il procedimento fino in fondo, si potrà gustare un dolce morbidissimo da cuocere rigorosamente nel tradizionale stampo a forma di colomba.

Una tipica ricetta pasquale

Il microcemento è la risposta a molti problemi moderni?

Quando si parla di microcemento sorgono come sempre moltissime curiosità e tanti dubbi. Vale la pena acquistarlo? Ed è difficile utilizzarlo? Prima ancora di analizzare le caratteristiche intrinseche di questo particolare materiale conviene anche capire il motivo per cui è così ampiamente utilizzato nel mondo. Specialmente nell’ultimo periodo è divenuto uno dei materiali-clou del panorama italiano e internazionale nel campo dell’edilizia. Il motivo è alquanto semplice, quasi banale: il microcemento rappresenta un’innovazione efficace in molti casi. Difatti si tratta di un materiale molto semplice che unisce in sé l’acqua, il cemento normale e delle sostanze chimiche assolutamente non tossiche che danno al microcemento la malleabilità (e la flessibilità) necessarie per resistere alle intemperie del tempo. Il microcemento di alta qualità, come quello offerto dalla Tecsit System, unisce in sé la funzionalità tipica della resina, con la solidità del cemento normale, per finire anche con un altro fattore importante: l’elemento estetico in grado di decorare moltissimi ambienti particolari. Tutto ciò fa del microcemento una soluzione alternativa, innovativa e d’avanguardia a tantissimi problemi.

Problemi come la mancanza d’eleganza della resina, che si schiarisce con il corso del tempo senza fornire alle persone un aspetto estetico decente, hanno turbato moltissime persone per diversi anni. Al giorno d’oggi è, per fortuna, un problema che può essere eliminato semplicemente acquistando (e applicando) il microcemento. Non serve più compiere numerosi sforzi per applicarlo o cercare dei materiali particolari quando quello giusto è già a portata di mano. Tutto quel che ci vuole è semplicemente trovare un microcemento realmente di qualità mentre la sua posa è un’opera oltremodo facilissima. Non vi è più alcun bisogno di compiere manovre particolari, chiamare i professionisti del settore e così via. Anche una persona con pochissime conoscenze nel settore edile può effettuare la posa del microcemento. Si tratta di un materiale facilmente spatolabile, del resto. Un materiale che può essere utilizzato con estrema facilità e che oltre a essere economico se paragonato ad altri materiali simili offre agli utenti numerosi vantaggi extra.

Per esempio il microcemento può essere utilizzato come un rivestimento idrofobico o uno in grado di rendere sicuri le superfici nel caso di terremo. Il microcemento è uno di quei materiali che possono allungarsi per via della loro già citata flessibilità. Questo significa che nel caso di oscillazioni del terreno il microcemento non forma le screpolature e non tende a rompersi. Egli reagisce malleabilmente e diminuisce la probabilità del crollo dell’edificio. Nel corso del tempo questo materiale non perde la propria lucentezza, non si schiarisce e resta sempre luminoso come il primo giorno dopo la sua posa. Questo fa del microcemento un materiale ideale per risolvere moltissimi problemi: non a caso esso viene usato negli ambienti domestici particolari, come le cucine e i bagni.

Il microcemento è la risposta a molti problemi moderni?

La pasqua ad Ischia

Ischia è una destinazione perfetta per trascorrere una vacanza in ogni periodo dell’anno. Com’è noto, sono numerosi i turisti che prendono quest’isola letteralmente d’assalto in estate ma non solo.

Ovviamente, le spiagge e il mare cristallino di Ischia sono ciò che più si conosce di questa location che, però, nasconde non pochi siti di interesse tutti da scoprire. Inoltre, chi ha intenzione di optare per una vacanza ad Ischia non potrà fare a meno di trascorrere qualche ora in totale relax presso le terme, note in tutto il mondo per la loro bellezza.

Insomma, decidere di trascorrere una vacanza ad Ischia significa avere la possibilità di rilassarsi, godere di uno scenario a dir poco mozzafiato e conoscere un angolo di Italia a dir poco meraviglioso.

Una cosa è certa: quello pasquale è uno dei periodi più belli per organizzare un soggiorno in hotel Ischia.

Proprio in tale periodo, infatti, si ha la possibilità non solo di fare qualche bellissima passeggiata e ammirare i panorami che l’isola offre ma anche di immergersi nelle calde acque del mar Tirreno.

La Pasqua, in genere, segna l’inizio della nuova stagione e quale migliore location di Ischia per fare il primo bagno dell’anno.

A Pasqua, inoltre, l’isola inizia a popolarsi di turisti e passeggiare per le vie del centro tra le vetrine e i locali tipici sempre aperti è un vero e proprio balsamo per l’anima.

Attenzione, però: essendo il periodo pasquale uno dei migliori per trascorrere una vacanza ad Ischia, il rischio di un sold out è decisamente dietro l’angolo.

Per tale ragione, è opportuno informarsi con largo anticipo in merito alle disponibilità. Pur essendo numerose le alternative in cui soggiornare tra bed and breakfast, alberghi e resort, non affatto da sottovalutare la possibilità di dover fare i conti con il tutto esaurito.

Prenotare in anticipo, inoltre, potrebbe garantire la possibilità di risparmiare qualche euro.

E per chi non ha intenzione di prenotare fino all’ultimo minuto? In questo caso, l’alternativa è rappresentata dalle offerte last minute, altrettanto vantaggiose e comunque pronte ad offrire alternative qualitativamente molto elevate. Come è facile intuire, tutti coloro che hanno intenzione di scegliere Ischia per le proprie vacanze pasquali non hanno che l’imbarazzo della scelta. L’unica cosa che devono fare è ricordarsi di mettere in valigia il costume da bagno da utilizzare sia per fare un bagno alle terme che per prendere la prima tintarella dell’anno. Un ultimo consiglio: prima di partire per Ischia è bene informarsi in merito agli orari dei traghetti.

Da Pasqua in poi le traversate sono più numerose rispetto alla bassa stagione e, pertanto, è bene conoscere gli orari di partenze e arrivi in modo tale da potersi organizzare per tempo.

I traghetti partono dal porto di Napoli e da quello di Pozzuoli e gli attracchi sono a Ischia porto e a Casamicciola. In alcuni casi, però, gli aliscafi possono attraccare anche a Forio. Prima di scegliere il porto di arrivo, quindi, è bene capire dove si ha intenzione di soggiornare in modo tale da avere la possibilità di muoversi agilmente e raggiungere l’albergo in pochissimo tempo.

La pasqua ad Ischia

le terme di ischia

Ebbene sì, Ischia è una delle destinazioni italiane più amate dai turisti provenienti da ogni parte del mondo.

Il mare, il sole e le spiagge sono un’attrattiva a cui è difficile resistere.

Ischia, però, non è solo una location scelta dai viaggiatori che amano la tintarella.

A renderla così famosa in ogni angolo del mondo sono, infatti, anche le sue terme. Incastonate in giardini di straordinaria bellezza a picco sul mare, le terme Ischia rappresentano un vero e proprio simbolo di un’isola tutta da scoprire.

Chi ha intenzione di organizzare un viaggio in questa bellissima isola, pertanto, non può assolutamente fare a meno di prendere in considerazione l’ipotesi di trascorrere qualche ora in uno dei vari centri termali.

A tale riguardo, è interessante precisare che presso i centri termali presenti sull’isola di Ischia si ha sia l’opportunità di fare il bagno nelle varie piscine a disposizione che di concedersi qualche trattamento benessere grazie al quale distendere corpo e mente.

E quale soluzione migliore per concedersi una pausa dalla routine quotidiana? Inoltre, è utile tenere conto anche del fatto che dai giardini è facile raggiungere anche alcune delle spiagge più belle dell’isola in cui concedersi un bagno proprio nei punti in cui l’acqua salata si incontra con quella calda termale.

Come è facile intuire, dunque, tutti coloro che scelgono Ischia non possono assolutamente fare a meno di mettere in valigia il costume da bagno.

Ischia è una destinazione perfetta in ogni periodo dell’anno.

Le terme, infatti, possono essere visitate sia in alta stagione che negli altri mesi e, dunque, rendono questa location meta anche di un turismo non solo estivo.

A tale riguardo, però, è bene precisare che nei mesi invernali i trasporti sono meno frequenti rispetto all’estate e, dunque, è opportuno informarsi in merito agli orari prima di partire.

I porti da cui si ha la possibilità di partire alla volta di Ischia sono quello di Napoli e quello di Pozzuoli. Gli attracchi previsti, invece, sono a Ischia porto e a Casamicciola.

Solo in alcuni casi, gli aliscafi hanno la possibilità di attraccare a Forio.

Prima di scegliere il porto di arrivo, pertanto, è bene informarsi in merito alla localizzazione della struttura in cui si ha intenzione di soggiornare in modo tale da potersi muovere in maniera agile e raggiungerla in pochissimo tempo non appena arrivati sull’isola di Ischia.

Per quanto concerne, invece, l’alta stagione, bisogna assolutamente ricordare che il rischio del sold out è decisamente dietro l’angolo.

Per questo motivo, chi ha intenzione di trascorrere un soggiorno a Ischia in alta stagione non deve fare altro che informarsi con largo anticipo in modo tale da evitare di dover fare i conti con il tutto esaurito. Ovviamente, non mancano neanche le offerte last minute.

In tal caso, la cosa migliore da fare è attendere gli ultimi giorni e visitare gli appositi siti di prenotazione. In qualsiasi caso, i visitatori avranno l’opportunità di conoscere e scoprire ogni angolo di questa meravigliosa isola e di vivere a trecentosessanta gradi un’esperienza a dir poco indimenticabile.

le terme di ischia

A cosa serve un pistone idraulico

I pistoni idraulici sono una parte di un ampio sistema che unisce cilindri e pistoni, utile per fornire della forza di spostamento a un oggetto chiamato a eseguire, quindi, un’azione conseguente. Spesso il sistema di cilindro+pistone viene chiamato unicamente pistone idraulico su Soltecstore oppure cilindro idraulico, chiamando quindi l’intero sistema con una sola parte del suo nome. A seconda del funzionamento, della finalità e della sostanza inclusa al loro interno è possibile avere a che fare con i pistoni o cilindri idraulici (quelli che funzionano con un fluido), o i pistoni/cilindri pneumatici (all’interno dei quali è inclusa dell’aria).

Il loro utilizzo principale consiste nello svolgimento di un’azione meccanica che mira a un effetto secondario. Così i pistoni idraulici trovano un largo impiego nei sistemi frenanti di molti veicoli, tra cui automobili, motociclette e biciclette. La pressione del liquido al loro interno fa sì che il pistone idraulico attivi l’attrito della pastiglia frenante contro il disco del freno. Questo permette il corretto svolgimento dell’azione frenante. Ovviamente, più sarà alta la pressione del liquido all’interno del pistone, e più sarà efficace l’azione frenante.

Per riuscire meglio in questa impresa i pistoni idraulici vengono dotati di due estremità realizzate a modo di attacchi a occhielli. Questi sono utili per infilare i perni di collegamento ad altri organi meccanici utili per svolgere una determinata azione. Sebbene all’inizio possa sembrare diversamente, il funzionamento dei pistoni idraulici è alquanto semplice, in quanto si tratta di sistemi auto-influenzati. La velocità del loro funzionamento dipende dal diametro del tubo e dalla quantità di liquido inserito nello stesso, cosa che influenza la pressione del pistone stesso.

Tra gli altri usi dei pistoni idraulici occorre ricordarsi quello per la spaccalegna, ove la pressione del liquido serve per aumentare la potenza dei colpi dell’attrezzo sulla legna. Un discorso molto simile vale anche per quanto riguarda i pistoni idraulici chiamati a scavare nella terra. Altresì i pistoni idraulici trovano un ampio utilizzo nelle industrie meccaniche e quelle geologiche. Spesso sono degli strumenti di grandi dimensioni in grado di effettuare dei lavori meccanici abbastanza ampi.

Al giorno d’oggi esiste una vasta gamma di pistoni idraulici. In primis questi particolari oggetti vengono classificati in pistoni a singolo effetto e i pistoni a doppio effetto. Il pistone può essere a effetto qualora includa dei cilindri telescopici. Il pistone è a effetto tuffante se è dotato dei cilindri telescopici, o di quelli in tiro. Il cilindro a pistone tuffante può essere dotato o priva di una molla di riporto. I pistoni a doppio effetto, invece, possono includere cilindri rotativi, quelli differenziali, nonché i cilindri differenziali doppi.

I pistoni idraulici a effetto singolo si differenziano da quelli doppio effetto per il modo in cui entra il fluido. Difatti, nei pistoni a effetto singolo il fluido entra soltanto da un’estremità e provoca una pressione sufficiente per spingere fuori lo stelo. Questi sistemi possono venire controllati in una sola direzione. Il fluido viene introdotto nel meccanismo grazie a una pompa meccanica o a una elettrica: in entrambi i casi l’operazione è gestita dall’operatore. Perché il pistone idraulico torni nella sua posizione originaria il pistone si muove nel verso della forza di gravità. In altri casi il pistone viene respinto per via di una molla integrata nel sistema stesso. D’altro canto, i pistoni idraulici a doppio effetto possono muoversi in entrambi i versi, a seconda dei casi.

A cosa serve un pistone idraulico

Cos’è il coefficiente di assorbimento acustico

Il coefficiente di assorbimento acustico permette di misurare l’assorbimento acustico in un valore che va da 0 a 1,00: lo 0 rappresenta la riflessione totale, vale a dire la mancanza di assorbimento assoluta, mentre il 1,00 corrisponde all’assorbimento totale dei suoni incidenti. L’assorbimento acustico, noto anche come fonoassorbimento, è una caratteristica che deve essere tenuta ben presente dalle aziende che si occupano della realizzazione di materiali per l’industria  e l’edilizia, in grado di di assorbire l’energia sonora.

Per eseguire delle corrette misurazioni, occorre utilizzare dei particolari strumenti per la misura del rumore, come quelli proposti dalla Geass, in particolare software e strumenti per la misura dell’impatto acustico.

Continue reading “Cos’è il coefficiente di assorbimento acustico”

Cos’è il coefficiente di assorbimento acustico