Hard disk danneggiato: ho perso tutto?

recupero dati hard disk esterno dannegiato

L’hard disk, o disco rigido, è un dispositivo composto da dischi magnetizzati utili alla memorizzazione dei dati più preziosi del pc, quindi programmi, file, eccetera.

Rappresenta una parte molto delicata del computer e la sua compromissione può portare alla perdita irrimediabile di importanti dati qui conservati.

Trattandosi comunque di una parte fisica e meccanica è inevitabile che con il tempo possano sopraggiungere le problematiche.

 

Come accorgersi se un hard disk è danneggiato

 

Se si nota che da un giorno all’altro si manifestano rumori che normalmente non fanno parte del consueto funzionamento del pc, come qualcosa che si sta rigando o se viene prodotto una sorta di stridio, bisognerebbe porsi qualche domanda.

Lo stesso vale se all’improvviso alcuni documenti non possono più essere visualizzati, se i tempi di salvataggio si allungano in maniera anomala rispetto al tipo di file che stiamo cercando di memorizzare o se i tempi di esecuzione dei programmi diventa particolarmente lenta.

Visualizzare schermate blu mentre si sta avviando il pc o doverlo riavviare più volte perché il sistema va in blocco, possono essere ulteriori spie di un disco rigido che necessita di manutenzione.

 

Da cosa può dipendere un guasto all’hard disk

 

Tra i danni più comuni che possono verificarsi in un hard disk vi è quello che vede il deterioramento delle parti meccaniche del disco rigido a causa di un uso costante e prolungato, per un surriscaldamento del dispositivo o se vi è un danneggiamento delle testine che urtando tra loro possono comportare un crash.

In questo caso il danno è particolarmente grave e può causare una consistente perdita di dati.

Quando ci si accorge di un malfunzionamento dell’hard disk è importante intervenire rapidamente affinché si possano limitare le perdite.

 

Hard disk danneggiato: come recuperare i dati

 

Fortunatamente ci sono alcuni strumenti che è possibile sfruttare qualora si riscontri un danneggiamento del disco rigido permettendo così un recupero dei dati.

In rete infatti vi sono dei software che in alcuni casi possono fungere da rimedio da pronto soccorso: si tratta di programmi, scaricabili gratuitamente, che consentono di trovare e riabilitare i file.

Chi usa Windows o macOS può avvalersi di DataRescue DD: il sistema sfrutta un’interfaccia grafica su cui vengono riprodotti i file che successivamente vengono salvati su una memoria diversa da quella danneggiata.

Per concludere l’operazione si rende necessario scaricare un altro software, come PhotoRec, affinché i file possano essere ripristinati definitivamente.

In alternativa, in casi di portata maggiore e/o dove è necessario recuperare tutti i dati presenti nell’hard disk, è possibile rivolersi a tecnici specializzati nel recupero dati, alle quali basterà solamente inviare il proprio hard disk, ed attendere qualche giorno per ricevere tutti i dati che erano presenti nell’hard disk danneggiato.

Un utile consiglio è comunque la prevenzione: effettuare dei backup periodici su dispositivi di massa è un buon sistema per non farci cogliere impreparati qualora l’hard disk ci lasci a piedi.

Hard disk danneggiato: ho perso tutto?

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *